Com/posizioni


Com/posizioni  di Juan Gelman

( poesie - Parigi – Ginevra 1983 – 1984)  Traduzione di Laura Branchini
Rayuela Edizioni

Il sentiero

delizia mia/ sei inondata
di grazia/ o fiumi dove bagno
le mie furie/ riarse
dalla tua bellezza/ non ricordarti
del tuo paese né della casa di tuo padre!/
bella sei mentre cammini
dalla collina chiara alla tua dolcezza/
dal tuo tremore al mio tremore!/

Juan Gelman con questa raccolta di poesie eleva la condizione dell’esilio a una condizione universale, un luogo dove sono obbligati a sostare i poeti, un luogo forzato che diventa luogo appartato da dove osservare il mondo. In questa raccolta di poesie Gelman parla per tramite delle voci di poeti arabi, ebrei, italiani, costretti all’esilio tra il X e il XII secolo e la sua stessa voce, sotto il nome di Eliezer Ben Jonon, si fonde con loro in una unità stilistica e corale. La condizione dell’esilio dei poeti diventa la condizione universale dell’uomo, un luogo dove si attende per scoprire la profondità dell’anima. L’edizione italiana di Com/posizioni è recente del maggio 2011 con testo spagnolo a fronte; la traduzione di Laura Branchini mantiene la forza e la musicalità dei versi e permette di fruirle in italiano.
Potete trovare il libro in tutte le librerie o richiederlo via internet a
http://www.ibs.it/code/9788897325031/gelman-juan-zzz99-zamparo/com/posizioni.html
immagine – copertina del libro


Torna all’ Home page