Abbiamo scoperto che esiste l’Afghanistan

 

  Subissati  dalle notizie dei telegiornali, abbiamo scoperto che esiste l’Afghanistan;  abbiamo scoperto anche,  che ci stavano gli americani da quasi 20 anni con una loro missione democratica contro il terrorismo, e che appresso a tale missione c’eravamo anche noi italiani.

C’era una volta una TV che ci salutava …

 

Oggi, appena accendiamo, la TV ci sbatte in faccia un thriller o un horror da strapazzo, senza preavviso,  tra un gelato e un estathè .

Un tempo ci dava un gentile preavviso, ci salutava,  ci augurava anche la buonanotte e finalmente taceva.

Di tempo ne è passato tanto,   se pensiamo che Nicoletta Orsomando, una delle sue annunciatrici,  ha lasciato la terra all’età di 92 anni, il 21 agosto 2021.

Era una TV gentile ed anche colta;  riusciva a programmare degli ottimi sceneggiati tratti dalle opere più interessanti della letteratura mondiale;  oggi il tutto si è ridotto a fiction e sceneggiature del primo raccomandato di passaggio.

Ma era anche una TV superblindata;  mai un esponente delle lotte del ’68 riuscì a raggiungere l’onore di una intervista televisiva; mentre oggi, la grande esposizione televisiva ha permesso a tanti 5stelle di diventare supervotati e ministri.

Altri tempi! E forse è meglio mettere a bando le nostalgie, per quella TV di uno Stato democratico a parole,  e totalitario dei fatti.

Ma un saluto e un ricordo a Nicoletta Orsomando,  che ci ha accompagnato per tanti anni con uno sguardo gentile,  lo rivolgiamo volentieri. (fr.z.)

 Post inserito il 24/08/2021

Quando ci lascia un comico resta una vaga tristezza

 

Il mese di Agosto si è portato via Gianfranco D’Angelo – aveva 85 anni – e chi lo diceva che di anni ne erano passati così tanti – anche i comici invecchiano – e quando ci lasciano ci resta una vaga tristezza. La risata è qualcosa d’immediato, presente, e quando occorre solo ricordarla è come se venisse a restare un incolmabile vuoto.

La grande notorietà di D’Angelo fu legata ad uno spettacolo televisivo che imperava sulle reti berlusconiane il “Drive in”; snobbato ovviamente da tutti gli intellettuali impegnati, ma stranamente visto da milioni di telespettatori; e confesso che lo vedevo anch’io dopo avere messo a letto i bambini; qualche risata che c’è di male, non era certo a detrimento dell’impegno sociale o del pensare.

Ciao Gianfranco D’Angelo, grazie,  e buon viaggio.  (fr.z.)

-         Ho raccolto qui i link di qualche  video – e su youtube ce ne sono tanti

https://www.youtube.com/watch?v=fPW5TN4-vJk

https://www.youtube.com/watch?v=D4ywavjEcKM

https://www.youtube.com/watch?v=njKJ6MMZXuI

 post inserito il 23/08/2021

Un ricordo di Piera Degli Esposti

 


Questo Agosto si è portato via Piera Degli Esposti

un altro pezzo di Storia del teatro italiano scompare

“Ho cominciato a recitare a metà degli anni Sessanta, in un teatro che era un garage; lo chiamavano Centouno perché c’erano cento posti più uno, proprio accanto al bagno. Un fioraio, li vicino teneva la chiave. Mettemmo in scena un lavoro  ed io ero l’unica donna sul palco, in più interpretavo un ruolo maschile. Ero magrissima, sembravo un maschiaccio ed un po’ lo ero di mio ….. Una sera arrivò De Chirico  e dopo la recita disse: “Sei stato molto bravo!” Ed io replicai: “Maestro io sono una donna !….” E lui: “Bravo lo stesso!”.

Brano tratto dal libro di memorie del suo teatro

http://www.cameralook.it/web/camerabook-tutto-il-teatro-di-piera-degli-esposti-in-bravo-lo-stesso-di-manuel-gilberti/

post inserito il 20/08/2021

Iniziano a battere le brume ... - di Marco Boietti

 


Poesia di Marco Boietti

Arpa eolica

ringrazia l'autore

per il permesso di pubblicazione


Iniziano a battere le brume

del mattino

sentieri si avvitano ai passi

 

sguardi si fanno attenti

alla preda,

 

il cantore delle storie prenda

appunti

né torto né rogo al gran finale

 

tra arbusti sfrondati apparirà

prezioso vetro latteo.

 

Immagine da:

post inerito il 17/08/2021


Un commosso saluto a Gino Strada, il medico che ha curato le ferite di tutte le guerre

 

Ci ha insegnato che per operare la Pace, come prima cosa vanno curati i feriti di tutte le guerre

E' morto 
Gino Strada, il fondatore di Emergency: al momento del decesso si trovava in Normandia. Aveva 73 anni. Dal 1994 l'ong da lui fondata ha operato in 18 Paesi del mondo assicurando cure mediche e chirurgiche gratuite alle vittime delle guerre e della povertà. 

Qui di seguito inseriamo l’ultimo articolo di Gino Strada sull’Afghanistan pubblicato sulla Stampa di Torino il giorno stesso della sua morte (13 Agosto 2021).

Senza di te – Romanzo di Ivo Tiberio Ginevra

 

Per il suo stile narrativo 

scorre e si beve come 

un buon barbera vivace, 

ma è una storia molto drammatica.

Ivo Tiberio Ginevra è ritornato sul solco 

del giallo, in quello già tracciato nei due precedenti

romanzi Gli assassini si Cristo e Sicily crime

 la vicenda qui narrata ha una sua piena

autonomia e il lettore ci si può cacciare dentro anche se 

non conosce i precedenti romanzi.

 Il centro del romanzo “Senza di te”  è l’amore; un amore non di pubblicità 

e ben laccato,  bensì quello  con tutte le sue contraddizioni relative  al sesso, al gusto,

 alla gelosia, fino alla possessività che grava sugli innocenti di passaggio, i figli.

Lo strano giallo di due psicologhe, apparentemente suicide,  si interseca con altre 

vicende apparentemente di contorno;  e poi  si arriva per gradi ad un finale 

inaspettato ma che conserva un suo filo logico.  

Aggiungere altri  dettagli nella presentazione di un romanzo giallo è un vero 

e proprio delitto nei confronti del lettore;  

e allora buona lettura di “Senza di te”   (fr. z.)

Il libro è ordinabile       Direttamente alla Casa Editrice

 O Su IBS       O Su Amazon

 A Palermo in libreria Feltrinelli

 Altre Opere di Ivo Tiberio Ginevra recensite su Arpa eolica

 Ragionevoli atti di follia                       Guarda come si uccide

 L’Attività editoriale di Ivo Tiberio Ginevra con  I Buoni Cugini

Post inserito il 06/08/2021