Da Platone ai tempi nostri

 

Da Platone ai tempi nostri (m. 2x1,60) – è una delle opere più complesse di Carlo Soricelli – che si inserisce nella sua ricerca pittorica che lui stesso ha voluto chiamare “rifiutismo”.

 In quest’opera mi pare di scorgere tutti gli elementi della denuncia poetica dell’artista: tutto è stato ridotto a rifiuto, e quando si riducono a rifiuto le stesse idee, elemento prezioso dell’umanità, si porta a rifiutare l’uomo nella sua essenza fisica e nella sua essenza morale.

 Carlo Soricelli, nella sua vita di artista, ha voluto valorizzare i rifiuti stessi come elementi di arte, perché alla base del suo messaggio ci sta il recupero dell’essere umano che non può essere considerato un rifiuto.

Carlo Soricelli, nella sua vita di uomo, si è battuto contro la logica del supersfruttamento degli esseri umani che porta come estrema conseguenza alle morti bianche sul lavoro  (fr. z.)

 Arpa eolica vi segnala il blog di Carlo Soricelli – dell’Osservatorio sui morti

sul lavoro: http://cadutisullavoro.blogspot.com/

 e il blog sulla sua arte: http://rifiutismo.blogspot.com/

 post inserito il 8/10/2020

2 commenti:

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.