Le due fontane gemelle di Tripisciano

Si tratta di due fontane dello scultore siciliano Michele Tripisciano, che hanno la particolare storia di essere gemelle,  e sono collocate in due piazze d’Italia: nel comune di Marino e in quello di Caltanissetta.

La prima fontana si trova nel Lazio nel comune di  Marino  (località Castelli romani)  –  La fontana è collocata nella centrale Piazza San Barnaba – e viene denominata - Fontana del Tritone o del Cavallo  e fu commissionata a Michele Tripisciano nel 1889 dal Comune di Marino;
 nello stesso anno realizzò la vasca di forma ellittica in travertino, alle estremità due beverini laterali sormontati da stemmi e cornucopie sotto ad una delle quali  è incisa la data ANNO 1889, mentre la scultura in marmo di Carrara (del Tritone che tenta di domare un Cavallo marino) è del 1890, e fu eseguita dal Tripisciano dopo che aveva realizzato il bozzetto in gesso.

  Attorno alla fontana era  posizionata un'alta cancellata, tolta negli trenta  per l’editto del  "ferro alla Patria" . La cancellata non venne più ripristinata ed  alcuni restauri alla fontana, danneggiata in maniera non rilevante nella seconda guerra mondiale, sono stati compiuti dallo scultore marinese Giorgio Fanasca.
 Dal dopoguerra ad oggi durante la Sagra dell’Uva  la fontana del Tritone è una di quelle che partecipano al "miracolo delle fontane che danno vino".

 La Fontana del Tritone di Caltanissetta venne a nascere dallo stesso bozzetto in gesso che aveva realizzato Michele Tripisciano,  e tanti anni dopo. 
 Quel grande bozzetto in gesso del Tritone faceva parte del lascito fatto dallo scultore al suo Comune di nascita Caltanissetta e venne posto nell’androne del Palazzo del comune Palazzo del Carmine, e lì rimase fino al 1955. In quell’anno il Comune approvò il progetto dell’architetto Gaetano Averna di costruire sulla base del bozzetto di Tripisciano una grande fontana da collocare nella più importante piazza della città, Piazza Garibaldi, nel centro della piazza tra de due grandi chiese (la Cattedrale  e San Sebastiano). 

Il progetto consisteva nell’utilizzare lo stesso bozzetto del Tripisciano come calco per il gruppo in bronzo del Tritone. Era evidente che la perplessità maggiore consisteva nel sacrificio del bozzetto originario per la realizzazione in bronzo. Quella perplessità venne superata cercando d’interpretare l’antico  desiderio dello stesso grande scultore nisseno di voler lasciare una grande opera alla sua città. La posizione del gruppo, nella nuova fontana, venne modificata, rispetto all’originale, ruotando il Tritone in posizione parallela al cavallo, per metterla in relazione e contrasto ai  due mostri marini che emergono ai due lati della fontana, mostri marini che  sono stati realizzati appositamente per quella collocazione dallo scultore palermitano G. Rosone del 1955.
 La grande fontana progettata da G. Averna venne a sostituire un antico lampione in ferro a 5 luci che era posto al centro della piazza e fu inaugurata il 15 dicembre del 1956. 


Link per notizie e foto






Post inserito il   17/01/2018
Altri post di Arpa eolica della sezione ARTE
Altri post di Arpa eolica della sezione Itinerari
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

Pagina dedicata a Michele Tripisciano


Arpa eolica ha dedicato diversi post allo scultore Michele Tripisciano.
 In questa pagina sono inseriti tutti i link di collegamento con i post di Arpa eolica – una breve biografia dello scultore nisseno – un corredo fotografico per alcune sue opere – e link di ricerca su internet che riguardano l’opere di Tripisciano.

PROCESSO a 80 ANNI DALLA FIRMA DELLE LEGGI "PER LA DIFESA DELLA RAZZA"

PROCESSO
a 80 anni dalla firma delle leggi
"per la difesa della razza"
18 GENNAIO 2018 
Giovedì dalle ore 20:30 alle ore 23:30
All’ AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – ROMA
Viale Pietro de Coubertin 30

SEMBRA FERMARSI




SEMBRA FERMARSI – Poesia di Vittorio Stringi – tratta dalla raccolta “L’apparire dell’invisibile” -  Edizione – Prova d’Autore – Catania – Luglio 2010 –

Arpa eolica ringrazia l’autore per il permesso di pubblicazione.

ABBIAMO BISOGNO DI TEX

Questo era l'immaginario
delle precedenti
generazioni.
E ora?

La matassa di spago - 9° puntata


La matassa di spago

Romanzo breve – inedito di Francesco Zaffuto

Copyright  © Francesco Zaffuto

(il racconto sarà interamente pubblicato su Arpa eolica in 13 puntate)



9° puntata

MR. PÙNTILA E IL SUO SERVO MATTI


MR. PÙNTILA E IL SUO SERVO MATTI

di Bertolt Brecht

Al Teatro  Elfo Puccini di Milano
Dal 19 gennaio 2018   all’11 febbraio 2018

A 50 anni dal terremoto del Belice

14 Gennaio 1968
inizia una drammatica storia di distruzione
e di mancanza di ricostruzione.
La prima scossa fu avvertita alle 13:28 del 14 gennaio 1968, poi arrivarono una seconda e una terza.   
Le scosse iniziali portarono gran parte della popolazione all’aperto, e quando arrivò la scossa devastante del  15 gennaio (dalle 2:33 alle 3:01) molti riuscirono a salvarsi;  ma in quel poco tempo furono cancellati per intero i paesi della Valle del Belice.
 Benvenuti  su Arpa eolica, scorrendo l’
Home page>  trovate i post più recenti e in evidenza
Con un clic  Il progetto  i   Contatti  
le sezioni  Poesia - Narrativa - ARTE -
Teatro - Cinema - Musica - Recensioni - Satira - Itinerari
 Storia – Scuola – fatti e pensieri 
Cliccando sui nomi dell'elenco generale degli autori, sulla colonna a destra del blog, vengono richiamati tutti i post dove sono stati citati. 

Poesia e “CRISTALLI DI GHIACCIO”


Vieni a leggere una poesia …
al Gran Caffè al Foro!
Mercoledì 17 gennaio 2018
ore 17,30 
Incontro mensile di lettura libera di poesia a tema, 
organizzato da “I POETI DELL’ARIETE”
al GRAN CAFFE’ AL FORO- RINNOVATO-, Foro Buonaparte, 67 – Milano - MM1 Cairoli
Tema indicativo: “CRISTALLI DI GHIACCIO”

Il Papa e il dialetto

Un paio di frasi del Papa pronunciate il 7 Gennaio 2018 – nella Cappella Sistina durante la cerimonia del battesimo -  e qualche considerazione. 

Chi sé lòda se imbròda

Visto alla luce di Trump
Chi sé lòda se imbròda. Antico detto milanese. In altre parti d’Italia incontriamo lo stesso detto nella dizione: chi si loda si sbroda.
E un po’ come dire che chi si loda viene ad avere l’effetto di parlare mentre si sta mangiando del brodo. Pessimo effetto.

La matassa di spago - 8° puntata


La matassa di spago
Romanzo breve – inedito di Francesco Zaffuto
Copyright  © Francesco Zaffuto

(il racconto sarà interamente pubblicato su Arpa eolica in 13 puntate)


8° puntata

Scomparso Staccioli con il suo infinito

Il primo giorno dell’anno con l’8, è scomparso Mauro Staccioli,  ad 80 anni nella sua casa di Milano.
L’8, simbolo dell’infinito, ricorda un po’ le sue sculture imponenti che circoscrivevano con lo sfondamento della materia una piccola, ma significativa fetta di infinito.

Il 5 gennaio 1968 – arriva l’uomo della primavera di Praga

50 anni fa l’inizio del ’68 -  
Il 5 gennaio 1968 venne eletto segretario generale del Partito comunista cecoslovacco Alexander Dubček  fu l’avvio del cosiddetto "nuovo corso", una strategia politica volta a introdurre elementi di democrazia in tutti i settori della società, fermo restando il ruolo dominante del partito unico.

3 Gennaio 1848 – Sigari e sangue a Milano

170 anni fa  Il mitico 1848, che incendierà l’Europa, inizia a Milano. Il1 gennaio 1848, la parola d' ordine dei liberali e dei patrioti, ormai insofferenti del governo austriaco, diventa LO SCIOPERO DEL FUMO per danneggiare il monopolio austriaco. Danno considerevole perché a quel tempo quasi tutti gli uomini e molte signore fumavano accanitamente. La rivolta pacifica viene repressa e il tre gennaio si arriva al luttuoso bilancio  di 5 morti e 54 feriti
“…. Il 1° gennaio i  pochi cittadini male informati che passeggiavano a Capodanno fumando tranquillamente si videro perciò strappare senza complimenti ma patriotticamente il sigaro dalle labbra da distinti sconosciuti. Il 2 gennaio la scena si ripete.

Alce Nero e la santità cattolica

I vescovi Usa nell’ultima conferenza a Baltimora hanno dato il via al processo di beatificazione di Alce Nero;

Cosa danno al teatro?

Milano città del teatro.
Arpa eolica ha costruito una pagina con i link per controllare la stagione 2017-2018 nei teatri milanesi.
Vi può essere ...

L'ORIGINI DI LU MUNNU - di Giovanni Meli

Il 13 settembre 2017
è stato ripubblicato
L’ORIGINI DI LU MUNNU
di Giovanni Meli – l’Abati
Poema inonico-filosofico in Siciliano
nella originale edizione del 1814 curata dallo stesso Poeta,
con traduzione a fronte in Italiano di Francesco Zaffuto,
con le ottave postume ritrovate da Agostino Gallo,
con tutte le note filosofiche dello stesso Giovanni Meli,
con le note di traduzione delle più difficili e antiche parole siciliane,
con le note biografiche su Meli e su come nacque questa straordinaria
opera,
con un disegno di Giove creatore di Dafne Zaffuto

Quale fu l’origine del mondo?

1º gennaio 1948 -1° gennaio 2018 Costituzione e lavoro

70 anni sono passati e nonostante le affermazioni di principio in Italia resta debole la tutela del lavoro e della piena occupazione

La Costituzione italiana contiene tutti gli elementi per promuovere e proteggere il lavoro, tutti gli elementi per istituire un welfare diffuso anche sotto il profilo di un reddito di cittadinanza, compresi elementi per sviluppare il lavoro autonomo e la piccola impresa artigiana; contiene anche indicazioni per una economia solidale e per una imposizione fiscale adeguata alla ricchezza. Dalla lettura della Costituzione comprendiamo quello che è stato fatto e quello che non è stato ancora fatto ma che deve realizzarsi. Ecco gli articoli della Costituzione su lavoro ed economia solidale.

1º gennaio 1948 entra in vigore la Costituzione italiana

Giusto per ricordare che abbiamo vissuto 70 anni
di Costituzione
I video della lettura fatta da Roberto Benigni
per la Rai del giugno 2016.
La registrazione è disponibile in due video su yutube
(che ci auguriamo non vengano rimossi o infarciti di pubblicità)
Qui i link per rivede il primo e il secondo video



La COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
Approvata dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947
Promulgata dal Capo provvisorio dello Stato De Nicola  il 27 dicembre e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.298, edizione straordinaria, dello stesso giorno.
Entrò in vigore il 1° Gennaio 1948

MOSTRE

Mostre segnalate con post su
Arpa eolica


“Dentro Caravaggio”, al Palazzo Reale di Milano


“Dentro Caravaggio”,
al Palazzo Reale di Milano
 fino al 28 gennaio 2018

Testi integrali in rete

Arpa eolica ha inserito in questa pagina i post con testi integrali di narrativa, teatro e saggistica - o con link che indicano la reperibilità dei testi integrali in rete

San Silvestro e il sonetto del Belli

Diversi sonetti di Gioachino Belli descrivono e criticano certe leggende di Santi che per le loro esagerazioni cozzano con il minimo esercizio della ragione.  Il Belli fa parlare un popolo romano che crede, ma ha  anche un certo ritegno nell’essere credulone,  e  smorza  con una battuta ogni esagerazione.
Una di queste leggende è quella di San Silvestro e della sua velocissima mula bianca.

Avete tempo per una poesia?

Avete tempo per una poesia?
allora un clik su
La pagina della poesia di Arpa eolica

immagine - particolare di "una sera d'inverno" di Eugenio Prati
post inserito il 11/01/2017
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

Siamo tutti un po' orsi e un po' porcospini

Siamo tutti un po' orsi e un po' porcospini
Un libro di favole di Francesca Romano, con illustrazioni di Dafne Zaffuto, edito da I Buoni Cugini editori di Palermo.

Forse non tanti hanno provato a scrivere una favola;  ma in tanti abbiamo provato a raccontare una favola, e, se il bambino o i bambini stavano dinanzi a noi, i loro stessi occhi attenti ci guidavano nel racconto.  E’ un po’ la strada percorsa da Francesca Romano in questo libro:

I Macchiaioli a Milano


I Macchiaioli -Capolavori da collezioni lombarde
fino al 25 febbraio 2018

Al  GAMManzoni – via A. Manzoni, 45

La morte sta anniscosta in ne l’orloggi

Fra poco arriva la fine anno e tanta gente del Mondo starà attaccata alle lancette degli orologi per vedere il passaggio del tempo. Arpa eolica vi propone in lettura la poesia 
“La golaccia”  di Gioachino Belli

ANTONIN ARTAUD: LA DISSOLUZIONE DELLE FORME E LA PRODUZIONE DEL MONDO

ANTONIN ARTAUD: LA DISSOLUZIONE DELLE FORME E LA PRODUZIONE DEL MONDO
di Federico Zaffuto
continua a leggere per aprire tutti i link dell'opera completa 
Questo saggio su Artaud è stato pubblicato integralmente su Arpa eolica in diverse puntate.  

Pagina dedicata a Vincenzo Di Lalla

Note sul suo sito, i due racconti inseriti su Arpa eolica, e una sua poesia ...

LA POESIA AI TEMPI DI INTERNET

LA POESIA AI TEMPI DI INTERNET
Editoriale di Luigi Giurdanella
Da: “I POETI DELL’ARIETE NEWS” numero 135 dicembre 2017

La poesia è destinata a scomparire o rinasce con Internet?

Sankara - "... e quel giorno uccisero la felicita' "



Quando diciamo aiutiamoli a casa loro ...

Una pagina della storia dell'Africa
https://it.wikipedia.org/wiki/Thomas_Sankara

documentario realizzato da Silvestro Montanaro
https://www.facebook.com/silvestro.montanaro

post inserito il 19/10/2016
Altri post di Arpa eolica della sezione Storia
Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

BOTERO a VERONA


BOTERO a VERONA
Fino al 25 febbraio 2018 a Verona, negli spazi di Amo-Palazzo Forti

Una lettera per … quasi Natale

Perché non pensa che lui sia colui che viene, colui che incombe dall’eternità, il futuro, il frutto inesauribile di un albero le cui foglie siamo noi?
Tra le lettere di Rainer Maria Rilke ce ne è una in particolare scritta il 23 Dicembre del 1903 …  che parla della solitudine e su come pensare a Dio.  
Roma, 23 dicembre 1903
Mio caro signor Kappus,
Lei non deve rimanere senza un saluto da parte mia adesso che è quasi Natale

“La Battaglia di Legnano”, la conferenza stampa

Il 21 Novembre 2017 si è svolta la Conferenza stampa di presentazione dell’Opera –
“La battaglia di Legnano, ovvero il trionfo della morte” di Salvatore Salamone, detto Turi
 riportiamo il comunicato del Comune di Bergamo corredato da alcune foto –

Il Velo di Maya

Il Velo di Maya
Per chi è stanco, deluso, annoiato, contrariato dalla volgarità e dalle contumelie che affollano non soltanto blog e media in generale, ma anche i dibattiti televisivi, “salotti” che talora si trasformano in veri e propri ring senza esclusione di colpi
Dario Francesco Pericolosi ci scrive che vale la pena di fare una passeggiata su un nuovo giornale,  appena nato in rete
Il Velo di Maya (Magazine)
di Paolo Corticelli

e l’editoriale di fondazione