Margherita Sarfatti tra Storia dell’Arte e l’incubo del fascismo



Al Museo del Novecento di Milano
ed al Mart di Trento e Rovereto
due mostre dedicate alla figura di
Margherita Sarfatti
fino al 24 Febbraio 2019
Si tratta di due esposizioni autonome e complementari inaugurate dal 21 settembre 2018.  Il progetto espositivo delle due mostre è incentrato su quanta parte ha avuto Margherita Sarfatti nell’influenzare la pittura e la cultura in Italia.
L’esposizione al Museo del Novecento all’interno del racconto che ripercorre la vita di Margherita Sarfatti propone un  percorso che si svolge attraverso 90 opere realizzate dai protagonisti di due decenni di arte italiana, dipinti e sculture di 40 artisti, tra cui BoccioniBorraBucciCarràCasoratide ChiricoDudrevilleFuniMalerbaMariniMedardo RossoSironi e Wildt.
Segni colori e luci. Note d’arte è il titolo di una raccolti di scritti di Margherita Sarfatti pubblicata nel 1925, dalla quale emergevano scelte, predilezioni particolari e idee generali sull’arte e gli artisti del tempo. 
Margherita Sarfatti (nata Grassini a Venezia, l’8 aprile 1880) , si affermò come una delle figure chiave del sistema culturale italiano. Giornalista influente,  dettò la linea della critica dell’arte italiana per almeno due decenni: dalla fine della Prima Guerra Mondiale ai primi anni Trenta.  Il suo rapporto sentimentale con Benito Mussolini la pose al centro dell’attenzione e Lei seppe usare quell’attenzione sul piano culturale; ma Margherita Sarfatti era ebrea, capì solo molto tempo dopo le possibili conseguenze del fascismo,  e fu costretta a fuggire dall’Italia in seguito alla promulgazione delle leggi razziali (1938). Il grande Duce (descritto una volta dalla Sarfatti nell’agiografia Dux, ormai amava Hitler) non evitò la persecuzione della sorella di Margherita, Nella Grassini Errera, che rimasta in Italia fu deportata con il marito ad Auschwitz,  e lì morì con gli altri ebrei. Margherita Sarfatti, rientrò in Italia nel 1947,  con il ripristino delle libertà democratiche, e vi visse fino al 30 Ottobre del 1961.

La mostra Margherita Sarfatti. Suoni, luci e colori a Milano al Museo del Novecento di Milano è visitabile fino al 24 febbraio 2019 nei seguenti orari: lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30 (il servizio di biglietteria termina sempre un’ora prima della chiusura). I biglietti di ingresso costano 10 euro (ridotti 8 euro); per info 02 88444061.
Link per ulteriori informazioni


Immagine – Ritratto di Margherita Sarfatti di Mario Sironi – pastello e tempera su cartone 60x44 – collezione privata Roma da https://www.mentelocale.it/milano/articoli/76852-margherita-sarfatti-suoni-luci-colori-milano-orari-biglietti-mostra-museo-900.htm

Post inserito il 17/10/2018
Altri post di Arpa eolica su MOSTRE
Altri post di Arpa eolica della sezione ARTE
Altri post di Arpa eolica della sezione Storia
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

Nessun commento:

Posta un commento

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.