IL CONFINE - poesia di Maria Luisa Ferrantelli



IL  CONFINE 
poesia di Maria Luisa Ferrantelli
Questa poesia è stata
letta dalla poetessa
nell’incontro dei
Arpa eolica ringrazia l’autrice
per il permesso di pubblicazione.


IL  CONFINE 
Quando lo sguardo
si  protende all’infinito
la linea che ci appare
tanto visibile all’occhio
quanto al piede intangibile
ci fa tutti uguali
nella sua distanza:
dissolve il vicino ed il lontano,
il celere ed il tardo,
il primo e l’ultimo.
Sempre mutevole ma invalicabile
sta l’orizzonte
ed infinite strade
racchiude e fonde
in un’unica via.
Dove terra e cielo
s’incontrano
è l’Uomo.

        Ottobre 2018
La pagina di Arpa eolica dedicata a Maria Luisa Ferrantelli

Immagine fuori testo -  Ricordi di un viaggio a Grotte (AG), 2014.  Sul monte dell’antica miniera di zolfo si scorge il paesaggio di gran parte della Sicilia.

Post inserito il 20/10/2018
Altri post di Arpa eolica della sezione Poesia

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

2 commenti:

  1. E' l'infinito a farci tutti eguali, non solo la morte... che straordinario pensiero.
    I pensieri dei poeti ristorano e innalzano gli animi. Sono necessari come l'aria e il cibo.
    Un saluto alla poetessa e un grazie a te che sai proporre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho comunicato il tuo commento a Maria Luisa - Grazie - ciao

      Elimina

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.