Stephen Hawking, ci ha lasciato l’uomo che pensava le stelle


"La vita sarebbe tragica se non fosse divertente." Disse Stephen Hawking,  e ci confermò con la sua vita il paradosso di questa osservazione.
Riuscì a dimostrare che l’essenza dell’uomo è il pensiero e la sua capacità di osservare le cose e se stesso. Visse una vita che per difficoltà non trovava paragoni e nel contempo riuscì a viverla pienamente grazie all’esercizio del suo pensiero. Il suo campo d’osservazione fu il cielo con le sue stelle ma non mancò di interessarsi alla questione terrena della libertà dell’uomo.
 In questi giorni, dopo la sua morte (nelle prime ore del mattino del 14 marzo 2018) giornali e TV sono piene di riferimenti al suo pensiero, ai suoi studi e alla sua vita; qui (anche per l’estrema limitatezza delle mie conoscenze scientifiche) mi limiterò ad una considerazione storica.
 Le sue ricerche scientifiche, e le sue considerazioni sulle ricerche stesse, lo portarono a sostenere posizioni che ha volte sono state considerate atee e a volte agnostiche;  in una intervista sul Times dichiarò: «c'è una fondamentale differenza tra la religione, che è basata sull'autorità, e la scienza, che è basata su osservazione e ragionamento. E la scienza vincerà perché funziona».  
 Forse la personalità che nella Storia più somiglia a Stephen Hawking è quella di Giordano Bruno, anche se l’antico cosmologo non aveva prove e laboratori scientifici che potessero sostenere le sue tesi e soprattutto non aveva nel 1600 il credito di cui gode oggi la scienza. Di conseguenza abbiamo assistito ad un paradosso che ci riporta alla stessa frase di Hawking: "la vita sarebbe tragica se non fosse divertente."  Mentre Giordano Bruno fu bruciato vivo dalla Chiesa per le sue idee; Hawking per  idee della stessa valenza è stato più volte oggetto di pellegrinaggio da parte degli ultimi Pontefici della Chiesa. Il pensiero scientifico, in qualche modo ai giorni nostri, ha una forza che incute un certo timore alle autorità politiche e religiose.
 Ci manchi Stephen Hawking per la tua vita, per il tuo pensiero, e per quel senso dell’humor che aiuta a vivere.
Francesco Zaffuto

Per le note biografiche su Stephen Hawking si può fare riferimento alla ben curata pagina di Wikipedia
Immagine da
Stephen Hawking con la figlia Lucy nel 50º anniversario della NASA (2008)

Post inserito il 15/03/2018
Altri post di Arpa eolica della sezione fatti e pensieri 
Altri post di Arpa eolica della sezione Storia
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

1 commento:

  1. Le tue parole illuminano il percorso di vita e scienza di un uomo fantastico.

    RispondiElimina

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.