Un tentativo di salvare un’opera d’arte


Quest'opera di Salvatore Salamone potrebbe andare distrutta con la demolizione della Caserma di Montelungo di Bergamo - Qui un intervento di Arpa eolica per salvarla: 

Lettera inviata da Arpa eolica alla Redazione dell’Eco di Bergamo
redazione@eco.bg.it
Egregio Direttore della Redazione dell’Eco di Bergamo,
Le scrivo per segnalarle un’ informazione utile per il suo giornale e per la comunità di Bergamo.
Ho appreso da un Vostro servizio che in febbraio inizia la demolizione della Caserma Montelungo.
In detta Caserma fu collocata un’opera pittorica- sul tema della battaglia di Legnano -  del pittore Salvatore Salamone (detto Turi);  per qualche ragguaglio fotografico vi allego questo post
Il pittore realizzò il dipinto da giovane, quando faceva il servizio militare in quella Caserma; e successivamente è divenuto un apprezzato pittore nella sua città di Caltanissetta, ne sono prova le vetrate realizzate per l’importante Chiesa di San Michele Arcangelo, e tante altre opere che lo hanno caratterizzato nell’arte moderna della Sicilia.
Allego qui un link per Vostra documentazione Salamone Salvatore 
Penso che con un po’ di cura, e con poco costo, possa essere salvata la sua opera giovanile della Caserma di Montelungo e magari collocata in qualche posto della nuova struttura che sorgerà in quel luogo;  penso, altresì, che sia un grave spreco perdere quest’opera durante la demolizione.
Sono sicuro che un Vostro interessamento come giornale, di grande prestigio per la Città di Bergamo, possa contribuire a salvare quest’opera.
Confido nel Vostro interessamento.
e Vi porgo i più cordiali Saluti.
Per la redazione di Arpa eolica
 Francesco Zaffuto

La pagina di Arpa eolica dedicata a Salvatore Salamone detto Turi


post inserito il 03/01/2017

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

Nessun commento:

Posta un commento

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.