L’Europa di cento anni fa in un romanzo

Oggi abbiamo un’Europa che parla delle sue crisi economiche e della sua crisi dell’Unità europea; cento anni fa in Europa c’era ben altro clima: la guerra.
Le pagine di Luigi Natoli ci portano in un universo Europa passato, e in gran parte dimenticato, che giustamente deve farci paura.

Il romanzo di Luigi Natoli “Alla guerra!” fu pubblicato come romanzo d’appendice in 204 puntate sul Giornale di Sicilia dal 19 ottobre del 1914.
 In quel romanzo Natoli si cimentò come scrittore e come storico, ma soprattutto si cimentò come uomo;  con tutta la sensibilità di un padre che sentiva che, di lì a poco, quella terribile tragedia poteva coinvolgere anche  i suoi figli.  

Paul Celan e la poesia dopo Auschwitz

In questo post l’editoriale di Luigi Giurdanella  Da: “I POETI DELL’ARIETE NEWS” n° 128 febbraio 2017  -  e la poesia di Paul Celan Fuga dalla morte
SHOAH: IL DOVERE DELLA MEMORIA
di Luigi Giurdanella

Cheyenne al Ponte delle Gabelle di Milano

LANCE HENSON, poeta Cheyenne, 
è intervenuto nella serata di poesia
lunedì 27 febbraio 2017, alle ore 20,45 
al CAM Ponte delle Gabelle, in via San Marco, 45 a Milano.
Serata organizzata dall'Associazione La Conta, 
con ingresso libero e gratuito

Quel 23 Febbraio1917 era l’8 Marzo

Il 23 febbraio 1917 in Russia, in termini di calendario coincideva con l’8 marzo 1917;   le donne di Pietrogrado scesero in lotta contro la miseria e contro la guerra e determinarono la fine dell’impero zarista.

17 febbraio, pagina dedicata a Giordano Bruno

Il filosofo Giordano Bruno il 17 febbraio 1600 venne bruciato vivo – dopo un processo della Santa inquisizione - in piazza Campo dei Fiori in Roma
In questa pagina alcuni link su:  biografia, opere reperibili in rete, storia e dibattito.

Art déco – a Forlì

Art déco – a Forlì
La Mostra rimarrà aperta fino 
al 18 Giugno 2017
Un linguaggio che ha caratterizzato la produzione artistica italiana ed europea negli anni Venti, con esiti soprattutto americani dopo il 1929.
 Ad Art Déco corrispose ad uno stile di vita eclettico, mondano, internazionale;  adagiato nella ricerca del lusso, della piacevolezza del vivere, tanto più intenso quanto effimero.

SUL DECLINO A SCUOLA DELL’ITALIANO



Il video dal titolo

LA LETTURA SALVERA' L'ITALIANO?,

qui condiviso, è stato realizzato dalla TV della Gilda degli insegnanti, e vuole rispondere alle questioni sollevate dalla lettera firmata da 600 docenti universitari sul Deficit di padronanza della lingua italiana.

Alleghiamo qui sotto la lettera dei docenti universitari e una nota.

“Meta” di Marco Boietti


Un appunto di Francesco Zaffuto
sul poema di Marco Boietti “Meta”

Non ci sono più terre lontane da scoprire in questo mondo che gira nei suoi problemi e nei suoi dolori; e nel suo poema intitolato “Meta” marco Boietti ripropone un antico sogno della memoria:
“Potrò morire in pace in questo mare,
memorie sfrecciano più veloci dei fulmini.
Sarà povero l’alfabeto o forse segreto
da non alzare timbri nell’infinito dove le stelle
questa sera non danzano nel buio disabitato.”
 Questo incipit iniziale del poema pare collocare il poeta nell’anima stessa del viaggio che è l’anima del viaggiatore. Le parole possono non bastare, possono nascondere un segreto, occorre il timbro del suono per tale viaggio che è un viaggio nel tempo.

AGRIGENTO candidata al Premio paesaggio del Consiglio d’Europa

Sarà il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento a rappresentare l'Italia
al Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa.
 La Commissione ha individuato quale candidatura italiana al Premio del Consiglio d’Europa il progetto Agri Gentiun. Landshape regenaretion” ; e lo ha scelto, tra 97 proposte di candidatura pervenute da diverse parti d’Italia in risposta al bando indetto dal Ministero, per le seguenti motivazioni:

“L’AMORE, CHE STRANA COSA”

Mercoledì 15 febbraio 2017 ore 17,30 
Si è tenuto l'incontro mensile di lettura libera di poesia a tema, 
organizzato da “I POETI DELL’ARIETE”
al GRAN CAFFE’ AL FORO- RINNOVATO-, Foro Buonaparte, 67 – Milano - MM1 Cairoli
Tema indicativo: “L’AMORE, CHE STRANA COSA”

10 febbraio, il Giorno del ricordo

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio  di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92  che vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe e dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra..”
L’odio scatenato, da nazismo e fascismo,  nella seconda guerra mondiale si avventò successivamente sulle popolazioni italiane che vivevano nelle zone dell’Istria, Fiume e Dalmazia. La popolazione civile italiana fu presa di mira per atroci vendette, e il particolare territorio pieno di foibe fu usato per occultare i cadaveri.

Il Klimt virtuale fino al 2 Aprile

Klimt Experience, la grande rappresentazione multimediale immersiva – dedicata alla vita e all’opera di uno dei maggiori autori dell’era moderna – proiettata sulle architetture della ex chiesa di Santo Stefano al Ponte di Firenze, aperta fino al 2 aprile 2017.

Il rintocco – poesia di Caterina Rovatti


Il rintocco – poesia di Caterina Rovatti – letta nell’incontro dei Poeti dell’Ariete del 16 novembre  2016  che aveva come tema castagne & crisantemi
Arpa eolica ringrazia la poetessa per il permesso di pubblicazione.

IL SECOLO DELL’ESILIO

riflessione sul XX secolo
di Angelo Gaccione

Non conosco definizione più falsa e fuorviante di quella dello storico Eric Hobsbawm, fra quelle con cui viene designato il Novecento: “secolo breve”. Di breve questo secolo non ha avuto nulla. Non lo è stato per le guerre:

un processo sui desaparecidos concluso in Italia

Si è concluso in Italia un processo sui desaparecidos che non ha avuto tanto rilievo  sui  media, ma che ha riguardato una pagina drammatica della Storia. Qui doverosamente ne diamo un qualche cenno.
Il 17 gennaio 2017 si è concluso, nell'aula bunker del carcere di Rebibbia a Roma, il processo per le stragi compiute nel corso delle dittature in Argentina, Bolivia, Uruguay e Cile negli anni'70-'80. Tra i 23 italiani scomparsi anche Juan Josè Montiglio membro della scorta del presidente cileno Allende ucciso durante il golpe di Pinochet.

Agrigento e la sagra del mandorlo in fiore

Il mandorlo in fiore è un miracolo del sole d’inverno . Ad Agrigento,  da più di settanta anni, si è celebrato questo evento con una grande festa chiamata “sagra del mandorlo in fiore”.

Revolution - La Nuova Arte per un Mondo Nuovo

Al Cinema
solo il 14 e 15 Marzo 2017
Revolution
La Nuova Arte 
per un Mondo Nuovo 

Film documentario della regista Margy Kinmonth dedicato alle avanguardie russe: una rivoluzione per l’arte negli anni che sconvolsero il mondo. Con gli interventi del Direttore dell’Ermitage, Mikhail Piotrovsky, e della direttrice della Galleria Tret’jakov, Zelfira Tregulova.
  Grazie all’accesso privilegiato a collezioni di importanti istituzioni russe, Revolution si snoda attraverso le vicende rivoluzionarie che prendono il via nel 1917, fondendo i contributi di artisti contemporanei e di esperti d’arte con le testimonianze dirette dei discendenti dei personaggi che della rivoluzione russa sono stati protagonisti. Narra le storie di pittori come Chagall, Kandinskij, Malevic … e dei pionieri che con loro accolsero una sfida utopica e ambiziosa: quella di costruire una nuova arte per un nuovo mondo, un’arte e un mondo che solo pochi anni dopo sarebbero stati bruscamente disconosciuti e condannati.

Il film arriva al cinema solo il 14 e 15 Marzo nell’ambito della stagione della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital, tenete d’occhio per quei giorni le programmazioni nelle sale cinematografiche delle vostre città.

post inserito il 10/03/2017
Altri post di Arpa eolica della sezione Cinema 
Altri post di Arpa eolica della sezione ARTE
Altri post di Arpa eolica della sezione Storia
Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page

L’opera di Turi Salamone diventa un giallo

“Che fine ha fatto il quadro?  È giallo alla caserma Montelungo” è il titolo del servizio giornalistico di Diana Noris per l’Eco di Bergamo

Pino Daniele - Il tempo resterà

A due anni di distanza dalla scomparsa di quel musicista che seppe far rivivere nella musica rock l’anima e il melodismo napoletano,
 arriva al cinema
Pino Daniele - Il tempo resterà
un viaggio attraverso la musica, i concerti e la vita del grande artista partenopeo.
 Il docu-film, diretto da Giorgio Verdelli, è distribuito in esclusiva da Nexo Digital 
E sarà nei cinema
solo il 20, 21 e 22 marzo 2017
 il film offre l’opportunità di ritrovarne su grande schermo la musica e il percorso artistico dagli anni ’70 agli ultimi concerti. Molto del materiale utilizzato per comporre Pino Daniele - Il tempo resterà è assolutamente inedito ed è stato selezionato appositamente dal regista Giorgio Verdelli attraverso una lunga e paziente ricerca – e la consulenza del figlio di Pino Daniele, Alessandro, che è stato per gli ultimi 15 anni stretto collaboratore artistico del padre –  che ha permesso che la voce narrante del film fosse quella dello stesso Pino Daniele, supportato dal contributo di Claudio Amendola.

Il film arriva al cinema solo il  20, 21 e 22 marzo 2017 Marzo nell’ambito della stagione della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital, tenete d’occhio per quei giorni le programmazioni nelle sale cinematografiche delle vostre città.
post inserito il 17/03/2017
Altri post di Arpa eolica della sezione Cinema 

Altri post di Arpa eolica della sezione Musica

Per i post recenti o in evidenza di Arpa eolica vai all’Home page