buon viaggio maestro


buon viaggio maestro, ci sarà musica nell’infinito …
Oggi, 20 gennaio 14, ci ha lasciato il maestro Claudio Abbado.
Dagli anni sessanta Abbado è stato uno dei più grandi maestri d’orchestra del mondo. Il Teatro alla Scala,  l’Opera di Vienna, i Berliner Philharmoniker,   l’Orchestra del Festival di Lucerna; ricorderanno le sue interpretazioni.

link
per la notizia della sua scomparsa

la direzione della Sinfonia n. 7 di Gustav Mahler
http://arpaeolica.blogspot.it/search/label/Abbado%20Claudio

Caravaggio ed altri che si muovono


Si chiama "Beauty" ed è un’animazione realizzata dal regista Rino Stefano Tagliafierro su alcuni capolavori della pittura.  Riporto qui sotto il link di “Repubblica TV”  per chi non avesse avuto ancora l’opportunità di vederlo. Diciamo che un possibile itinerario di movimento che ha un suo fascino, anche se credo che la fotografia e la pittura hanno come loro specificità la fissità, quella immobilità che li rende eterni nell’istante. (f.z.)

il capitale umano

Già il titolo suggerisce l’amara contrapposizione tra capitale, ossia valore, del denaro, l’unico che sembri dominare nei rapporti umani, e valore dell’uomo. E il capitalismo di cui si tratta è il più disumano e fine a se stesso, quello finanziario, quello del denaro per fare altro denaro e della speculazione per arricchirsi sulla rovina degli altri. Una cinica economia, di scottante attualità, divenuta archetipo della legge della giungla, che non può non avere una ricaduta nell’esistenza morale dei singoli e stritolare i più deboli o estranei alle sue dinamiche.  Sullo sfondo di una Brianza dal gelido paesaggio invernale, con le sue ville sfarzose, le scuole private per i figli, le frequentazioni interessate, il disinteresse per la cultura, luogo simbolicamente eletto dal regista per la sua particolare concentrazione sociale, vengono delineati i personaggi . E’ un mondo a cui, accanto al ricchissimo e incallito speculatore, aspira il tranquillo immobiliarista al quale un normale benessere non basta più, perché la meta oramai è diventata la ricchezza; e per essa è disposto a indebitarsi rischiando la rovina. Un mondo in cui cultura e sentimenti non hanno più posto e si possono anche vendere a caro prezzo le prove che discolpano un ragazzo innocente  minacciato dal carcere. A questo ambiente opulento fanno contrasto, all’inizio e alla fine del film come una sorta di cornice, due perdenti: un povero cameriere che rientrando in bici di notte viene travolto e ucciso da un’auto; un ragazzo, già vittima innocente della società che inavvertitamente non si è fermato e finisce in carcere. Ma quanto vale la vita umana?, si chiede alla fine il regista, mentre fa scorrere sullo schermo i glaciali criteri con cui si soppesa l’entità finanziaria di un risarcimento in caso di morte: l’età, l’aspettativa di vita, il grado di parentela, il grado di affettività.
Si tratta di un film ben equilibrato, dal ritmo incalzante, sapientemente costruito nella cucitura delle sequenze e nel ritmo narrativo; ottima l’interpretazione degli attori ben calati nei personaggi. Non è un film critico sulla Brianza, come qualche politico troppo campanilista ha voluto vedere, e la frecciatina al leghista, dall’ottusità culturale e l’incerta sintassi, fa parte del paesaggio scelto.

Maria Luisa Ferrantelli

Una nuova iniziativa a Milano

Arpa eolica ha ricevuto questa notizia e volentieri la ripete

MOVIMENTO LETTERARIO LOMBARDO
                        E BELLE ARTI
Carissime amiche e carissimi amici… IL COMITATO del  Movimento,
formato da 31 componenti, , il giorno 10 Gennaio 2014, ed il pubblico
presente, hanno approvato il programma per costituire il
Movimento Letterario Lombardo. Il Movimento è integrato
 nel settore Artistico-Letterario del CIRCOLO FILOLOGICO MILANESE.
Il responsabile di questo settore, Dott. Giacinto Sica , rappresenta
il famosissimo Ente e ci rende orgogliosi. La nostre sede rimane in Via Clerici n. 10.
ORGANIGRAMMA
DI GIUSEPPE CALOGERO….. PRESIDENTE-FONDATORE.
SICA GIACINTO . DIRETTORE ARTISTICO –FONDATORE
GACCIONE ANGELO….. EDITORE-  SCRITTORE.
COMPONENTI DEL COMITATO: 31 ADERENTI
SEGRETERIA Papa  Gianluca,  da completare
CERCHIAMO ADERENZE DA: addetti alla segreteria,
tecnici per le comunicazioni via internet, cantanti, attori, registi,
 fotografi e addetti Video camera per filmare gli incontri, amici di
 “supporto alla presidenza”. Responsabile del settore cultura del Circolo Filologico Milanese
ARTISTI DISPONIBILI:  ENRICO BELLANI, tenore.
MARILENA VERRI: TEATRO. (Attrice-poetessa)
ATTILIA MINASI: SETTORE GIOVANI (attrice poetessa)
GIUSEPPINA MELIDONI: (attrice poetessa-cantante)
Da completare…
Il MANIFESTO LETTERARIO sarà presentato il 23 Gennaio prossimo
Alle ore 17,00 in Via Clerici n. 10, a sinistra della scala di Milano.
Ringrazio tutti coloro che con la loro presenza hanno fatto omaggio a tutte le arti.
Il presidente.
Calogero Di Giuseppe


Immagine – la sede del  Circolo filologico di Milano

Ci ha lasciato una grande voce


Arrnoldo Foà, grande voce del teatro italiano, ci ha lasciato oggi 11gennaio 2014.
 Arnoldo Foà è stato la grande voce del teatro italiano del novecento.
 Nato a Ferrara,  il 24 gennaio 1916, era di origine ebraica  e per superare le leggi razziali del 1938 dovette nascondersi e recitare sotto falso nome.
 Nell’immediato dopoguerra divenne un grande attore del teatro italiano lavorando anche con registi come Strehler e Visconti.
 Come doppiatore offrì la sua voce a tanti attori in numerosi  film, in particolare ad Anthony Quinn.
 La sua presenza in televisione è stata di qualità con la partecipazione ai grandi sceneggiati della letteratura che la televisione un tempo riusciva a produrre.
Negli ultimi anni della sua vita artistica si era dedicato alla lettura poetica ed ha lasciato tante preziose incisioni su Dante, Lucrezio, Carducci, Leopardi, Neruda, Garcia Lorca.
 C’è un bel sito su internet che dà il dettaglio sulla sua vita e sul suo lavoro

 Un addio e un grazie per averci tenuto in sua compagnia per tanti anni  di spettacoli.

Masterpiece: come tritare gli scrittori


 La TV tritatutto, dopo aver tritato con le sue trasmissioni cantanti, attori e politici, si sta operando per tritare gli scrittori, almeno quelli esordienti.
 La trasmissione si chiama Masterpiece (che in inglese significa capolavoro) in onda in seconda serata su Rai 3, sono già state trasmesse una buona metà delle puntate con la fine di dicembre e si attendono le puntate conclusive in febbraio.
 Con la promessa di una pubblicazione di una importante Casa editrice (la Bompiani) in cento mila copie sono stati chiamati a raccolta circa 5.000 scrittori esordienti, ognuno con un suo  speranzoso romanzo.