La copertina di un libro come opera d’arte


Gli antichi castelli arabescati vi precipitano in una Sicilia dorata che gronda di battaglie - copertina di Niccolò Pizzorno 

Il nome dell’autore su un libro, se l’autore è conosciuto, equivale alla garanzia di non aver sbagliato indirizzo; il titolo invece stuzzica, prospetta e invita a bussare alla porta; l’immagine di copertina, quando c’è, promette che oltre quella porta, appena la varchi, inizia un viaggio. 
Gli editori ci tengono molto alle copertine perché sanno che la promessa del viaggio può stimolare il possibile lettore; e spesso ricorrono a qualche conosciuta o meno conosciuta opera d’arte della pittura.  
Qualche volta, diciamo meglio raramente, la copertina di un libro può essere una inedita e nuova opera d’arte connessa  allo stesso libro. Questa rarità ricorre nelle copertine che Niccolò Pizzorno   ha dipinto per la collana dei romanzi di Luigi Natoli editi dalla casa editrice I Buoni Cugini editori   .  
Arpa eolica vi presenta alcune copertine di Pizzorno che invitano a un viaggio colorato e misterioso come l’avventurosa narrazione di Luigi Natoli.

L’elmo misterioso che nasconde un guerriero di un’antica battaglia


Il litigioso mondo dei duelli


Il drammatico grido del soldato francese, nella tragica prima guerra mondiale

Quella grande energia per spezzare le catene della schiavitù

Il profilo di un misterioso giustiziere

Il volo della poesia dell’Abate Meli


post inserito il 14/05/16

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Nessun commento:

Posta un commento

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.