L'arte della recitazione e le maschere dei politici


di Antonio Pilato
L' arte della recitazione ha da sempre esercitato un fascino sul'animo umano, che attraverso la finzione drammatica può portare in quella dimensione universale di sentimenti e situazioni che è la commedia della vita . 

Essa non ha mai perso, malgrado il trascorrere del tempo, dalla sua nascita, la magica caratteristica di incantare il pubblico, penetrando le vie più intime del sentire umano. 

La civiltà del mondo, ma soprattutto quella occidentale, deve alla recitazione, supportata dalle maschere di ellenica memoria, gran parte del modo di fare politica. 



Le molteplici espressioni dei politici, salvo qualche rara eccezione, mi fanno ricordare, appunto, le maschere delle tragedie greche. La differenza consiste nel fatto che queste ultime esprimono per lo più superbia, sofferenza, passione dolorosa, paura, angoscia, umiltà, ,avvilimento, odio, disprezzo, ecc, ecc..; mentre quelle dei politici quasi tutte umiltà, compiacimento delle buone riforme effettuate, superbia per la sicurezza della condivisione degli elettori, letizia, amore, devozione all'ordine di scuderia, esultanza per la celebrità raggiunta, ecc,ecc.
Ma sia le prime che le seconde hanno saputo scaltramente celare l'essere e il divenire della vera realtà interiore individuale che, per far sempre riferimento a qualche filosofo, si identifica con la causa formale, che è dentro la materia dell'uomo, quindi invisibile, ma ne determina il comportamento o cambiamento in vista dello scopo finale da raggiungere per sé e per il gruppo di appartenenza.
E il popolo?
Il popolo ch'è stato da sempre il predicato della storia, mai il soggetto, oggi sembra svegliarsi e pronto a tirare le corna contro la recita dei politici, le bugie, le parole che volano, i falsi sorrisi convincenti, la retorica , contro tutto il vocabolario allitterato della dialettica sofistica, che fa essere l'asino per cavallo e viceversa, a seconda dell' intenzionalità del trarne vantaggio.
Allora esso grida forte : basta , basta e ancora basta. Smettetela di presentarvi in televisione e nei comizi di tutte le piazze con quei bei sorrisi spavaldi per prenderci solo in giro.
Non siamo piu disposti a prendere per oro colato le vostre affermazioni. 
La gente non ne può più. Ma non ne può più veramente. 
Il popolo è stanco, amareggiato, avvilito, umiliato, indignato, E' ora di smetterla.
Bisogna fare un'altra politica, quella a servizio del bene di tutti, la quale non è assolutamente dell'ambizione ma della missione, della legalità e della ragione.
Chi non accetta questi principi di etica, piuttosto che danneggiare gli elettori, scelga un altro mestiere, che non sia di interesse generale.
Questo, non solo il sottoscritto, ma tanta gente grida forte e si auspica nell'immediato la realizzazione..

immagine - maschera teatro greco - da 

Nessun commento:

Posta un commento

Post aperto a dibattito, si possono inserire commenti immediatamente ed automaticamente – i curatori di arpa eolica si riservano di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per i commenti che andate ad inserire.