Incontri con la luce


Un percorso nella fotografia di Minusca Marini 

Un grande fotografo ha una grande pazienza: aspetta che nella realtà si manifesti  l’attimo da cogliere.

Qui c’è un sentiero che possiamo percorrere, ma il sublime si presenta ancor prima di iniziare quel sentiero. 


E’ sempre un insieme che si viene a comporre nella realtà ma il punto di vista è essenziale.



Il particolare può essere  esposto o visto in trasparenza, qui se ne può cogliere tutta l’intensità e il profumo.



In un insieme ampio sono gli accostamenti di luce e di colore che ci lasciano estasiati e qui il fotografo, insieme alla natura,  diventa  pittore





Per fotografare  gli umani, Minusca sa che ci vuole una pazienza particolare per cogliere l’attimo, quando passano indifferenti o quando guardano.



Se Minusca si mette a ricercare,  può dar vita a  luoghi particolari della memoria 


e se ci prova può anche accarezzare la luna


Per continuare un percorso tra le foto di Minusca, ecco  l’indirizzo del suo blog