Pensieri al Vento






Pensieri al Vento,  del novembre 2015,  del  poeta Calogero Di Giuseppe: raccoglie più di centoventi riflessioni con un sapore spesso di poesia.  A volte è l’attualità, a volte sono i quesiti della vita, a volte il desiderio di amore e di un mondo migliore. Pensieri che rincorrono altri pensieri e vogliono incontrare l’umanità.

Arpa eolica ha ospitato in diverse occasioni il poeta Calogero Di Giuseppe,  una sua biografia la trovate in questo link

La cura grafica del volume è di Dario Francesco Pericolosi

Inseriamo qui di seguito alcuni brani e  ringraziamo l’autore per il permesso.


Nello scrigno chiuse

perle non ci sono...

ma le mie figlie

preziose pietre

del mio tesoro...

nell'intimo caveau

del mio cuore.”



LA CASA

La casa è il chiodo fisso
il quadro appeso
il nonno morto
la nonna viva
il bimbo a scuola
la cucina senza pane
la carne senza frigo
il frigo senza carne
La casa è …. èèèèèè?
la vedova che piange
il marito che ragiona
la mamma che sogna …
che il figlio sia buono.
La casa è il covo del leone
la tana del coniglio
il nido di una rondine
che la fa Primavera.



L'Uomo va sulla luna...

e altrove...

ma non comunica con il suo vicino

 e nemmeno con se stesso.”


Ho visto uomini fare cose
Da Bestia….
Mai una bestia fare cose
da uomini: per fortuna!


Per contattare l'autore:    digiuseppe.calogero@libero.it

Per seguirlo sui blog:


www.tuttokalosghero.blogspot.it

Una presentazione di Giuseppe Martucci – di Artecultura
A Calogero Di Giuseppe,
Sensibile poeta, attento ed impegnato divulgatore della poesia e del suo ruolo nella società e comunicazione contemporanea, Calogero Di Giuseppe coltiva al tempo stesso anche la passione per gli aforismi, come questi suoi pensieri al vento a cui conferisce l’aura del flusso poetico, del limpido versificare. Nascono così brevi e incisive riflessioni dedicate al costume ed al mal costume italiano con i suoi vezzi e vizi, ma anche riconsiderazione sulla storia passata, sulle infinite contraddizioni dell’uomo. Contraddizioni a cui solo la poesia, forse, è in grado di infondere la giusta sintesi, non per operare ad una risolutiva ed impossibile quadratura del cerchio, ma per meno ipocritamente e più serenamente conviverci. ARTECULTURA marzo2016 www.artecultura.orginfo@artecultura.org 

Ringrazio il Presidente Giuseppe Martucci per aver messo sul pio petto una “medaglia così preziosa”. Calogero


post inserito il 27/02/16 - aggiornamento del 04/03/16
Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Trilussa e il Presidente della Repubblica


?Cosa diventerà la carica della Presidenza della Repubblica se la riforma costituzionale e la legge elettorale denominata Italicum diventeranno in Italia una realtà operativa?
Intanto leggiamoci la poesia di Trilussa e poi ne riparliamo alla fine.

Pirandello e la reversibilità della pensione


 E’ da alcuni giorni che si dibatte con ansia sulla reversibilità delle pensioni in Italia. Si è venuto a sapere che il Governo Renzi intende in qualche modo riordinarle, e, nonostante la “promessa” del Governo di migliorare le condizioni per le famiglie disagiate, la questione fa paura. La reversibilità della pensione, nel nostro paese, è un modo per sopravvivere per il coniuge quando all’enorme lutto affettivo si aggiunge una catastrofe economica.
 Pirandello, con la sua sensibilità di artista, affrontò l’argomento della reversibilità partendo da un caso limite.   
 Nella commedia  “Pensaci, Giacomino!”  il professor Agostino Toti sposa la figlia del bidello rimasta incinta (con un altro).

viaggio tra i murales di Milano

Per questo itinerario tra i Murales di Milano si ringrazia  Ambra Borganti del Bono che cura il blog  http://senecamilano.blogspot.it/
Arpa eolica aveva, tempo fa, ospitato il suo viaggio nella vecchia Milano


QUI I MURALES SONO DI CASA
Street art by El Mac. Presso le Colonne di San Lorenzo

PROPRIO COSI'.

A Milano, in alcune zone periferiche, ma anche in pieno centro o nella zona dei Navigli, la street art la fa da padrona.
Non parliamo di scritte che deturpano i muri, ma di murales e graffiti che riempiono la città di colore e immagini fantasiose.
Alcuni sono bellissimi.
Quelli che più mi hanno colpito li ho assemblati e ve li mostro nella carrellata che segue.

Questa sera si recita a soggetto

Calogero Di Giuseppe ci segnala 
LUIGI PIRANDELLO A MILANO

Al Piccolo Teatro Grassi

fino al 24 marzo 2016
Questa sera si recita a soggetto
di Luigi Pirandello

adattamento drammaturgico
Sandro Lombardi e Federico Tiezzi
regia Federico Tiezzi 
scene Marco Rossi
costumi Gianluca Sbicca 
luci Gianni Pollini
trucco e acconciature Aldo Signoretti
immagini video Fabio Bettonica
con (in ordine di apparizione) 
Luigi Lo Cascio, Valentina Cardinali, Elisa Fedrizzi,
Francesco Colella, Francesca Ciocchetti,
Sandra Toffolatti, Massimo Verdastro,
Petra Valentini, Nicola Ciaffoni, Gil Giuliani,
David Meden, Marouane Zotti, Elena Ghiaurov,

Ruggero Franceschini, Alessio Genchi
produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.

Il Link del Piccolo per orari biglietti e prenotazioni

Qualche nota sull’opera

Link del testo integrale in rete

“DONNA, TU …”

POETI DELL’ARIETE
Vieni a leggere una poesia … al Gran Caffè al Foro!
Mercoledì 16 marzo 2016 ore 17,30 
Incontro mensile di lettura libera di poesia a tema, 
organizzato da “I POETI DELL’ARIETE”
al GRAN CAFFE’ AL FORO- RINNOVATO-, Foro Buonaparte, 67 – Milano - MM1 Cairoli
Tema indicativo: “DONNA, TU …”

“DONNA, TU …” vuole essere un omaggio alle donne, a tutte le donne. Ad un universo femminile fatto di donne che vivono, lavorano, lottano silenziosamente. Alla donna poeta, artista, professionista; alla donna madre, moglie, figlia; alla donna in carriera realizzata e alla donna d’Africa che viene sfruttata. Per i ruoli che lei svolge continuamente e contemporaneamente nella sua vita, dovrebbe esser apprezzata, onorata, e invece spesso viene discriminata e violata. La donna, da millenni musa dei poeti, sarà, ancora una volta, la vostra ispiratrice. 
Buon lavoro. Cordialità. 
Luigi Giurdanella 
Incontro aperto a tutti, per dovere di ospitalità si suggerisce una consumazione al bar.

post inserito il 01/03/16
Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Caro Professore

Tanti lo ricorderanno come l’autore de “Il nome della rosa” uno dei romanzi più letti della letteratura moderna, e saranno tantissimi che lo ricorderanno per il film realizzato sul romanzo; ma Umberto Eco era tanto di più: era studioso di semiologia, un professore, un filosofo, ed anche un polemista. Umberto Eco aveva un pregio in più: ci si poteva litigare. Dico un pregio perché nella comunicazione del pensiero la possibilità di confrontarsi, anche aspramente, è un pregio rispetto a una sonnolenta condivisione. Giorni addietro avevo messo da parte un suo intervento su Hayez ed avevo voglia di litigarci; oggi posso solo dire: mi dispiace tanto Professore di non poter litigare con Lei. Ci mancherà professore, andremo sempre a consultare qualcuno dei suoi libri di semiologia. (f.z.)
Immagine e notizia da

Una biografia in rete
post inserito il 20/02/16
Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Grazie, Nelle

Nelle Harper Lee è andata via, porgiamo un caro saluto; negli anni sessanta è stata la nostra prima guida per la lotta contro il razzismo.
Grazie,  Nelle

Il film tratto dal suo romanzo – Il buio oltre la siepe – è caricato su youtube nella versione integrale – questo è il link (sempre che rimanga attivo)

la notizia della scomparsa
una breve biografia
https://it.wikipedia.org/wiki/Harper_Lee

post inserito il 20/02/16
Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Torino - Catania, un ponte museale

Torino - Catania,  un ponte museale – ma ai politici della Lega non piace.
E’ forse meglio che 17 mila reperti archeologici giacciano nei magazzini?

“Sono 17 mila i reperti del Museo Egizio di Torino ancora da catalogare, decriptare ed esporre. Da qui la proposta di "spostare" alcuni di essi a Catania ed aprire una sorta di 'succursale' presso il convento dei Crociferi, una volta ultimati i lavori di restauro.

Il 17 febbraio 1600 venne arso vivo il pensiero

17 febbraio 2016 - Il filosofo Giordano Bruno il 17 febbraio 1600 venne  ucciso - bruciato vivo - in piazza Campo dei Fiori in Roma dopo un processo per eresia

Bruno, nella Cena delle ceneri del 1584, non si limitava a porre il Sole al centro di un sistema di stelle fisse, ma arriva a intuire uno spazio infinito con infiniti mondi in evoluzione per un tempo infinito. Nel suo De l’infinito universo et mondi scrive: «Esistono innumerevoli soli e innumerevoli terre ruotano attorno a questi». 

Il caso spotlight - dal 18 febbraio

“Il caso spotlight” arriva nelle sale cinematografiche italiane
il 18 febbraio 2016

Il film si basa sull’inchiesta giornalistica condotta dal gruppo investigativo del Boston Glob, guidato da Walter Robinson, condotta nel 2001 per scoperchiare la coltre di bugie e insabbiamenti che le alte gerarchie cattoliche della città americana avevano messo in atto per coprire una settantina di preti pedofili.

San Valentino e i Lupercalia


La festa di san Valentino è una ricorrenza dedicata agli innamorati e celebrata in gran parte del mondo (soprattutto in Europa, nelle Americhe e in Estremo Oriente) il 14 febbraio.
L'originale festività religiosa prende il nome dal santo e martire cristiano Valentino da Terni, e venne istituita nel 496 da papa  Gelasio I, andando a sostituirsi alla precedente festa pagana delle lupercalia.

"Questa maledetta vita”


"Questa maledetta vita

È uscito per i tipi della casa editrice fiorentina Leo S. Olschki, lo studio di Raffaele Urraro  su una ipotesi di autobiografia di  Giacomo Leopardi.

Raffaele Urraro, attraverso gli appunti, le lettere e le riflessioni filosofiche;  costruisce un romanzo sulla vita di Giacomo Leopardi  poeta e filosofo ben lontana dai luoghi comuni di una saggistica che lo descrive come personalità rassegnata al dolore.
 “A muovere la fatica letteraria di Urraro, l’intenzione, mai però realizzata, dello stesso Leopardi, di scrivere una sorta di romanzo autobiografico in forma epistolare, nel puro stile della tradizione romantica a lui coeva, intenzione della quale resta testimonianza in numerosi appunti e lettera ad amici e intellettuali.” Niccolò Lucarelli
L’intero articolo di Niccolò Lucarelli su
http://www.nove.firenze.it/giacomo-leopardi-il-poeta-filosofo.htm-

post inserito il 12/02/16

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

“Io, morto per dovere”

“Io, morto per dovere”
Un libro testimonianza del Paese (Italia) violentato e di un eroe che solitario conduce la sua battaglia per salvarlo.
Nelle librerie da l’11 febbraio, scritto da Luca Ferrari e Nello Trocchia per ricordare la figura di Roberto Mancini, investigatore di polizia, morto di tumore dopo aver indagato per anni sui traffici dei rifiuti che hanno avvelenato la cosiddetta “Terra dei fuochi”.
Roberto Mancini morì il 30 aprile 2015, dopo aver indagato per anni sui traffici dei rifiuti che hanno avvelenato quel lembo di terra campano che va dal Garigliano al Vesuvio. Lo sfogo del collega: "L'inchiesta sepolta senza ritegno nei cassetti"

I social media e Bauman

Secondo lei i social media sono il nuovo oppio dei popoli? –
risponde Zygmunt Bauman in una intervista
Il fatto è che l’identità è passata dall’essere qualcosa con cui si nasce a qualcosa da costruire: è necessario crearsi la propria comunità di riferimento. Ma le comunità non sono un’invenzione, o appartieni loro o ne sei fuori. Ciò che i social network possono creare è solo un surrogato.

I cavalieri della stella - di Luigi Natoli

Nel 1908 Luigi Natoli pubblicò in 154 puntate sul Giornale di Sicilia I cavalieri della stella o la caduta di Messina. Tutte le successive pubblicazioni del romanzo furono postume e riportano profonde differenze nello stile letterario del suo autore con quella del 1908 che oggi proponiamo fedelmente.
La Sicilia sopportò sempre il dominatore spagnolo con l’animo di rivolta e quasi tutte le città dell’isola si opposero fieramente alle barbarie di quest’oppressore. Anche Messina, dopo Palermo e Trapani, non fu da meno delle altre città, e dal 1672 s’impegnò in una fiera resistenza che per le proporzioni e le ripercussioni che ebbero nella politica europea fu di maggiore importanza delle altre.

MINIMA IMMORALIA - AIUTO, DEVO MINGERE!

Rarissimo esemplare di vespasiano – fotografato a San Pellegrino terme – forse in tutta la Lombardia esiste solo questo

Per averla fatta in un cespuglio, ed aver dimenticato che era un illecito penale,  si può perdere il posto di lavoro.  
E qui sotto,  per la sezione in dibattito di Arpa eolica,  l’intervento di Angelo Gaccione.

MINIMA IMMORALIA - AIUTO, DEVO MINGERE!  
di Angelo Gaccione

La vicenda è fin troppo banale. Siamo nella bergamasca e precisamente ad Averara, è Ferragosto del 2005 e sono le 2 di notte.

Un fiore per Giulio Reggiani


Un fiore dedicato a chi ha perso la vita sta nel linguaggio simbolico del ricordo – Dedico questo mandorlo fiorito alla memoria di Giulio Reggiani.  Già alla fine di gennaio i mandorli sono in fiore, sono i primi fiori che sbocciano sugli alberi, annunciano la fine dell’inverno, esprimono tutta la bellezza di una primavera che deve ancora arrivare. Giulio Reggiani, nella sua giovinezza, aveva già espresso con la sua breve vita questa bellezza. (f.z.)

immagine – mandorlo fiorito di Van Gogh

post inserito 07/02/16


Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Il dio del massacro, come recita scolastica


Mettere in scena la commedia di Yasmina Reza   “Il dio del massacro” (Le Dieu du carnage) è un’impresa difficile, lo è stata per lo stesso Polanski che ne realizzò un film; diventa notevole l’impresa se a metterla in scena è una classe di una scuola come recita scolastica.
Gli studenti dovranno entrare nel ruolo di due famiglie che partendo dalla buona creanza arrivano a massacrarsi mettendo in campo gli istinti più selvaggi e tribali dell’appartenenza. Una interessante riflessione sull’incomprensione umana che può portare a riflettere sull’origine del bullismo.
Si cimenteranno in questa difficile prova gli studenti della
CLASSE  XII  della SCUOLA STEINER DI ORIGLIO – LUGANO – SVIZZERA
Con la guida di due insegnanti per regia e coreografia, 
MARCO MARI GREGO e NADIA MINI andrà in scena
Il dio del massacro
Date e luoghi:
Venerdì 4 marzo - Teatro scuola Origlio - ore 20.30
Sabato 5 marzo - Teatro del Gatto - Ascona - ore 20.30
Domenica 6 marzo - Teatro della scuola Origlio - ore 16.30

 (Le Dieu du carnage), commedia della scrittrice e drammaturga francese Yasmina Reza narra dell'incontro di due famiglie, riunitesi per discutere, con la dovuta buona creanza ed educazione, sul fatto che il figlio di una delle due abbia picchiato con un bastone quello dell'altra coppia. Man mano che la discussione prosegue va degenerando, le buone maniere vengono dimenticate per lasciare posto agli insulti. Inizia il massacro tra le due famiglie e perfino all’interno delle rispettive coppie; i momenti di tregua faticosamente perseguiti diventano sempre pi brevi fino allo sfociare in vera e propria rissa. Si discute di tutto, dall’omofobia alla miosoginia, si prende la distanza dal razzismo ma si è per vocazione razzisti. Tutti i difetti della società moderna stanno dentro le due famiglie ed annebbiano la loro coscienza.
La commedia debuttò a Zurigo nel dicembre del 2006 e il suo successo porto a successive rappresentazioni a Parigi, Londra e Broadway. La produzione di Broadway arrivò 452 repliche regolari.  La commedia, da parte della critica,  ricevette critiche miste: alcuni critici la salutarono come uno spettacolo divertente e capace di mettere a nudo i difetti della chiusura familiare, altri la definirono arrogante e superficiale.
 La commedia nel 2011 diventò un film di  Roman Polanski con il titolo di “Carnage”. Il film si concludeva con una panoramica del salotto semidistrutto della famiglia Longstreet, dove le coppie restavano in un silenzio interrotto solo dalle parole di una delle protagoniste: "Questo è il giorno più infelice della mia vita." I titoli di coda chiudevano  su una scena all'aria aperta, dove i due ragazzini riconciliati riprendevano a giocare.

La pagina face book dell’evento https://www.facebook.com/events/1573045639652430/

Immagine - la locandina di Sofia Foresta

Note – sulla commedia e su film
Note biografiche sull’autrice

Post inserito il 25/02/16

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

1893. L’inchiesta

Foto di scena - Casteltermini, Miniera Museo Cozzo Disi. In primo piano, Federico Price Bruno

Domenica 28 febbraio 2016 ORE 18:00
presso il Palatenda in Piazza V. Emanuele, Agrigento

 
1893. L'Inchiesta
Un film documentario di Nella Condorelli

poeti espressionisti al Ponte delle Gabelle

Vi invitiamo a partecipare alla serata
“OMAGGIO AI POETI ESPRESSIONISTI TEDESCHI”,
organizzata dall'Associazione La Conta,
che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito,
lunedì 29 febbraio 2016, alle ore 20,30
al CAM Ponte delle Gabelle, in Via San Marco, 45 a Milano.

OMAGGIO A IOSIF ALEKSANDROVIČ BRODSKIJ

Vi invitiamo a partecipare alla serata
OMAGGIO A IOSIF ALEKSANDROVIČ BRODSKIJ,
organizzata dall'Associazione La Conta,
che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito,
lunedì 14 marzo2016, alle ore 20,30
al CAM Ponte delle Gabelle, in Via San Marco, 45 a Milano.

In particolare Luisa Colnaghi ed altre/i poetesse/poeti del Gruppo POETI AL PONTE DELLE GABELLE presenteranno la vita e l’opera poetica di IOSIF ALEKSANDROVIČ BRODSKIJ,  premio nobel per la letteratura del 1987. Un poeta  intimo e speculativo, cantore di una memoria lucida e disincantata.



IOSIF ALEKSANDROVIČ BRODSKIJ (Leningrado, 24 maggio 1940– New York, 28 gennaio 1996).