La cultura e l’abisso


Stele funeraria cristiana conservata nel castello della Zisa a Palermo
Questa stele funeraria ha una particolarità, la sua iscrizione è  in quattro lingue (giudeo-arabo, latino, greco e arabo) testimonia un antico passato ed anche la speranza di pace nel Mediterraneo.

Può la cultura arginare l’abisso e contribuire a costruire la pace?

Inseriamo qui un intervento di Angelo Gaccione sulla strage del novembre 2015 a Parigi

I PRINCÌPI LAICI E LE LIBERTÀ COLLETTIVE
Ancora sul dopo Parigi. Appunti intorno ad un dibattito.
di Angelo Gaccione

La notte di Burns

Una festa nazionale per un Poeta 
La notte del 25 gennaio la Scozia ha celebrato una delle sue feste nazionali – LA NOTTE DI BURNS – data di nascita del grande poeta scozzese Robert Burns 


Nato ad Alloway nell’Ayrshire da una famiglia di contadini, mostrò fin da giovanissimo una notevole inclinazione per la letteratura e si appassionò a saghe, leggende e ballate popolari.

ONORE A QUEST’UOMO SPERANZA DELL’INTERA UMANITA’

Kenya, muore insegnante musulmano. Salvò cristiani da al-Shabaab: "O ci uccidete tutti o nessuno"

Salah Farah, insegnante keniota di religione islamica, ucciso per aver protetto alcuni cristiani.  Il 21 dicembre, al-Shabaab, formazione islamista e cellula somala di al-Qaeda, ha teso un'imboscata a un autobus che si stava dirigendo a Mandera, città nel nord-est del Kenya. Col volto coperto, armati, in tuta mimetica, i militanti hanno fatto scendere i passeggeri e cominciato la loro caratteristica conta mortale. I musulmani da una parte, i cristiani dall'altra, due gruppi separati per ucciderne uno solo, in nome della sharia. Ma questa volta i passeggeri musulmani si sono rifiutati di collaborare.
"Gli abbiamo chiesto di ucciderci tutti o di lasciarci andare" ha raccontato Salah Farah al Daily Nation dopo l'attacco. Anche lui si trovava sul bus. "Appena abbiamo parlato hanno sparato a un ragazzo, e a me". Poi gli assalitori fuggirono e cristiani furono salvi.
Il 18 gennaio, Farah, dopo un mese trascorso al Kenyatta National Hospital di Nairobi, è morto per le ferite riportate.  
ONORE A QUEST’UOMO SPERANZA DELL’INTERA UMANITA’

Milano - incontro poetico dedicato a Ignazio Buttitta


Milano -  L'incontro del Movimento Letterario Lombardo e Belle Arti
del 22 gennaio 2016 è stato dedicato a Ignazio Buttitta
e si è tenuto in via Clerici 10 presso il bar del Circolo Filologico Milanese.

Ci ha lasciato il maestro Ettore Scola



19 gennaio 2016 - E' morto Ettore Scola, l'ultimo grande maestro della 
commedia italiana. Aveva 84 anni. Con il suo cinema ha raccontato l'Italia 
che si riscattava dal fascismo e cercava di dimenticare la guerra, con un linguaggio profondo ma lieve ha saputo tratteggiare tutti i tipi di italiani. Protagonista, prima come sceneggiatore e poi da regista, di alcune delle 
più belle pagine del cinema italiano ....

http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2016/01/19/news/ettore_scola-131618646/

Qui una scena del film "Una giornata particolare"

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

La poesia e l’abisso


Può la poesia dare un suo contributo per arginare l’abisso umano della distruzione, l’abisso dell’odio e del terrorismo spietato in cui si vuol far precipitare l’umanità?
 Arpa eolica ospita l’editoriale di Luigi Giurdanella Da: “I POETI DELL’ARIETE NEWS” N° 117 dicembre 2015  -

IL POPOLO DELLA POESIA 3
L’ultimo nostro incontro, quello del 18 novembre 2015, è stato proprio a ridosso dei terribili attacchi terroristici avvenuti a Parigi, il venerdì 13 novembre. La razionalità non riesce a trovare parole per raccontare come persone all’apparenza normali possano trasformarsi in macchine di morte. Non si comprendono le ragioni di questa disumanità così determinata, d’avere un tale disprezzo per la vita degli altri e la propria. All’accadere di tali tragici avvenimenti non bastano filosofie e psicologie a definire l’abisso dell’animo umano, forse solo la poesia con la sua carica emozionale può servire a comprendere qualcosa.

"ERA LA MILANO DA BERE - Morte civile di un manager"



"ERA LA MILANO DA BERE - Morte civile di un manager"


di Alessandro Bastasi

E' in distribuzione in questi giorni! Tenete d'occhio le librerie 

Massimo Gerosa, manager in carriera, viene improvvisamente licenziato dalla COMOR, il colosso dell’informatica dove lavora. Le motivazioni di Roberto Modigliano, il boss dell’azienda, sono vaghe. La moglie Anna costringe l’ex manager ad andarsene di casa e anche la figlia diciannovenne, che all’inizio mantiene i rapporti con il padre, a un certo punto se ne allontana. 
Dopo nove mesi vissuti tra alberghi di quart’ordine e il suo SUV adibito a dimora, Massimo finisce con il fare il guardiano notturno nella sede di un movimento di estrema destra, di cui gradatamente sposa l’ideologia impregnata di nazionalismo, di razzismo e di antisemitismo.

Addio David Bowie, blackstar

Il 10 gennaio 2016 a New York si è spento David Bowie, ha lasciato un’orma grande nella musica e nel costume. Tutti i media ne parlano e tracciano gli aspetti salienti della sua grande avventura musicale e cinematografica. Qui Arpa eolica lo saluta inserendo le parole della sua ultima canzone Blackstar

Hayez a Milano


Fino al  21 febbraio 2016 Hayez a Milano
Con 120 opere
presso le Gallerie d’Italia in piazza della Scala 6

Gauguin: Racconti dal paradiso


Gauguin fino al 21 febbraio
il Museo delle Culture di Milano ospita la mostra
Gauguin: Racconti dal paradiso

"Latini e Catalani"


Ambientato in quella Sicilia dove tanti passarono
"Latini e Catalani" romanzo in due volumi Luigi Natoli
A cura della editrice I Buoni Cugini Editori  e con le luminose copertine di Niccolò Pizzorno.

Natoli e i buoni cugini


Luigi Natoli e I Buoni Cugini Editori - Anna Squatrito - Ivo Tiberio Ginevra

Alla Feltrinelli di Palermo e in tutte le principali librerie della
Sicilia 
QUI UNA INTERVISTA a Ivo Tiberio Ginevra
                                                            PER ARPA EOLICA


per tutti coloro che sparsi per l’Italia  vogliono acquistare i libri di Natoli possono farlo online
direttamente dal sito della casa editrice www.ibuonicuginieditori.it
o tramite la rete IBS

La nuova casa editrice I Buoni Cugini Editori ha ripubblicato dopo quasi un secolo opere dimenticate del grande scrittore siciliano Luigi Natoli.

Le Ricordanze



In questo post il ricordo di più artisti: il grande poeta italiano Giacomo Leopardi, la profonda voce di Arnoldo Foà, le note di Fryderyk Chopin;  ed abbiamo voluto aggiungere una immagine del busto che lo scultore Michele Tripisciano volle dedicare a Giacomo Leopardi (busto conservato al Museo di Caltanissetta)

I CANTI


XXII - LE RICORDANZE

Vaghe stelle dell'Orsa, io non credea

Ciao cara Adele

Nel giallo della valle dell’Imera è ancora il pieno dell’estate, inizi del settembre 2015,  ed Adele Denti è partita per quel viaggio misterioso che ci resta da fare alla fine della vita.

In quella valle ci sono ancora pietre, alberi, animali, genti, che ricordano il suo fare e la sua voce; c’è ancora in quella valle il suo compagno, il poeta Vittorio Stringi, che ricorda nel pianto il suo sentimento e la sua forza.

 Adele Denti presenzia uno degli incontri al Trebbo – accanto a lei il poeta Vittorio Stringi

Venuta, agli inizi del 2004,  da Reggio Emilia a Caltanissetta per stabilirsi a vivere in questo punto centrale della Sicilia con il suo compagno Vittorio Stringi, Adele Denti inizia una preziosa iniziativa letteraria nell’aprile del 2006. Il luogo di questa iniziativa è la sua stessa casa che il suo compagno volle chiamare con affetto “Vill’Adele”  e che divenne il luogo de “Il Trebbo” (luogo d’incontro di amici per parlare di poesia, letteratura, pittura e del travaglio umano che le genera). “Il Trebbo, di Vill’Adele” costruito da Adele e Vittorio è un piccolo anfiteatro naturale ricavato a ridosso della valle dell’Imera, dove regnano alcuni antichi alberi di  ulivi e di  pistacchi e che si gremiva negli incontri di sedie e di amici attenti.

Uno degli incontri al Trebbo di Vill’Adele

Per diversi anni al Trebbo di Villa Adele si sono tenuti gli incontri annuali per il premio Il romanzo delle vacanze ed altre iniziative, ne parla la stessa Adele nella sua intervista sul libro Donne in … Sicilia generazioni a confronto.
 Oggi. dentro il doloroso lutto, il suo compagno Vittorio Stringi, dice che quel percorso iniziato con Adele va continuato, per ricordarla, e perché è necessario per il centro  della Sicilia. Ci vorrà tanta forza, come quella di Adele che combatté contro la malattia fino all’ultimo giorno.
Un caro saluto Adele ed un abbraccio a Vittorio.
Francesco Zaffuto


Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

20 dicembre 2015/1815 bicentenario di Giovanni Meli

Qui il sonetto che introduce la sua grande opera “La Bucolica”

Muntagnoli interrutti da vaddati,
Rocchi di lippu  e areddara  vistuti,
Caduti d'acqui chiari inargintati,
Vattàli  murmuranti e stagni muti,

Vausi  e cunzarri  scuri ed imbuscati,
Sterili  junchi e jinestri sciuruti;
Trunchi da lunghi età malisbarrati,
Grutti e lambichi d'acqui già mpitruti;


Passari sulitari chi chianciti;
Ecu, chi ascuti tuttu e poi ripeti,
Ulmi abbrazzati stritti di li viti,

Vapuri taciturni, umbri sigreti,
Ritiri tranquillissimi, accugghiti
L'amicu di la paci e la quieti.

frasi da non perdere, per trovare il cammino


Dopo l'attacco terroristico a Parigi, il Dalai Lama ha esordito con la frase: “Ci sono giorni in cui penso che sarebbe meglio se non ci fossero le religioni”.
Alla domanda cosa intendesse dire ha continuato così:
“La conoscenza e la pratica della religione sono state utili, questo è vero per tutte le fedi. Oggi però non bastano più, spesso portano al fanatismo e all'intolleranza e in nome della religione si sono fatte e si fanno guerre. Nel XXI secolo abbiamo bisogno di una nuova etica che trascenda la religione.
La nostra elementare spiritualità, la predisposizione verso l'amore, l'affetto e la gentilezza che tutti abbiamo dentro di noi a prescindere dalle nostre convinzioni sono molto più importanti della fede organizzata. A mio avviso, le persone possono fare a meno della religione, ma non possono stare senza i valori interiori e senza etica”.

http://traccediluce.forumfree.it/?t=71823554

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

L’Art Nouveau di Mucha a Milano


Dal 10 dicembre fino al 20 Marzo 2016
La mostra Alfons Mucha e le atmosfere Art Nouveau a Palazzo Reale di Milano.
Le opere di Alfons Mucha sono distribuite in otto sezioni Teatro, Vita Quotidiana, Figura Femminile, Giapponismo, Mondo Animale, Materiali Preziosi, Tempo ed Immaginario Floreale 
Esposte fino al 20 marzo 2016 opere come Medeè, Les Arts del 1898, l'attrice Sarah Bernhardt-Farewell del 1905 e i pannelli decorativi della serie Pierre Precious del 1900. 



https://it.wikipedia.org/wiki/Alfons_Mucha

Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Gillo Dorfles – essere nel tempo

Composizione turchese 1955

Gillo Dorfles, con i suoi 105 anni ha attraversato tutti i più importanti movimenti d'avanguardia della pittura del novecento.
 La mostra "Gillo Dorfles. Essere nel tempo"  a Roma è stata inaugurata il 27 novembre, resterà aperta fino al 30 marzo al Macro - Museo d'arte contemporanea – con oltre cento opere del pittore:

una mano per un libro

Ci sono autori che sono un po’ stanchi di sognare la grande casa editrice che li scopra; ci sono anche quelli  un po’ stanchi delle proposte di piccole e medie case editrici che chiedono cifre elevate di partecipazione ai costi di pubblicazione.
 Ci sono autori che  hanno bisogno solo di una mano per realizzare una pubblicazione in proprio e presentarla in qualche occasione.
 Solo la mano di un buon grafico per realizzare un buon prodotto editoriale.
 Allora c’ è il Darietto 

Dario Francesco Pericolosi vi può dare una mano a buon prezzo.
 Per qualche spiegazione in più consultate qui il suo sito web


Arpa eolica non fa pubblicità, ma il Dario è un  amico ed un poeta che abbiamo qui ospitato spesso con le sue poesie.


Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

"Guarda come si uccide"











Chi di voi non ha mai fatto una prova di coraggio con gli amici d'infanzia?
Un breve romanzo dal ritmo incalzante, ricco di suspence e colpi di scena che da bere tutto di un fiato.

Dopo  Gli assassini di Cristo   Sicily crime un nuovo thriller poliziesco di Ivo Tiberio Ginevra

Guarda come si uccide è un thriller poliziesco con la giusta profondità dei personaggi all'interno di scene rapide e convulse, dove la caratteristica di pensieri dilatati vivono dentro la dinamica "azione-reazione-motivazione" tipica del genere thriller. Questi elementi sono tutti presenti in Guarda come si uccide, con il preciso inserimento della parte "umana" che è sempre la fase più delicata perché deve essere misurata, ma ficcante per non togliere aria agli episodi che respirano grazie a un tocco di leggerezza nel dramma.
Gianpaolo Zarini

Il libro può essere ordinato direttamente alla casa editrice – i buoni cugini editori

http://www.ibuonicuginieditori.it/catalogo_prodotti.html

o tramite la rete IBS

http://www.ibs.it/code/9788899102340/ginevra-ivo-t/guarda-come-si-uccide.html


Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

Intervista al poeta Vittorio Stringi

“OLTRE L’ACCADUTO” è l’ultima fatica poetica di Vittorio Stringi, che fa seguito alla raccolta del 2012 L’umano sopra l’erba  , è stata data alle stampe nel novembre 2014, dalla casa editrice Prova d’Autore, con una prefazione di Vincenzo Guarracino. In copertina un dipinto di Ugo Attardi “Ulisse che uccide i Proci liberando la sua casa”.  Arpa eolica ha posto al poeta alcune domande su questa drammatica e intensa raccolta di poesie.  L’intervista è stata condotta a distanza in forma epistolare e le domande sono state poste da Francesco Zaffuto

Il titolo della raccolta “Oltre l’accaduto” è un invito a pensare sull’origine dei nostri mali?
Credo proprio di si. La poesia ha come vocazione l’arte della parola, una parola che sa andare in profondità, senza curarsi dei condizionamenti che possono venire dalle vicende che investono l’uomo durante il suo percorso esistenziale. Quindi mi è venuto naturale, dopo aver composto  le  liriche di questa silloge che scavano dentro la condizione umana, alzare lo sguardo e indicare con questo titolo l’insieme della raccolta.

Avere consapevolezza del male ci può liberare dal male?
Nell’ecclesiaste si scrive “la consapevolezza accresce il dolore”, come a voler dire che più si sa, più si è partecipi della vicenda umana che si sa essere travagliata.

"Le Grafie sono Terapie" di Franco Dolcini


“Le Grafie sono Terapie” è il primo libro di Franco Dolcini. Buona parte dei testi sono stati scritti in coincidenza con lo svilupparsi del male con cui l’autore sta combattendo tutti i giorni.
Ringrazio di cuore Franco per questo dono nato dalla sua vena creativa e per avermi voluto come suo consulente grafico.


Per informazioni sul libro scrivi a franco.dolcini@fastwebnet.it


Per tutti i post recenti di Arpa eolica vai all’Home page

La funzione dell’idealità nell’educazione dell’ adolescente


Ignazio Buttitta



IGNAZIO BUTTITTA

Arpa eolica nel dare l’annuncio della nuova serie d’ incontri del Movimento letterario Lombardo e Belle Arti per il 2016,  e  che iniziano con una prima dedica a Ignazio Buttitta,  allega in questo post :
alcuni link utili per la conoscenza del poeta e le sue opere
Una breve biografia del poeta
La poesia  - NUN SUGNU PUETA   Tratta dalla raccolta: "Lu pani si chiama pani"

“LA POESIA DI ARTURO SCHWARZ”


Vi invitiamo a partecipare alla serata LA POESIA DI ARTURO SCHWARZ”
con la partecipazione dello stesso Arturo Schwarz,
organizzata dall'Associazione La Conta, che avrà luogo, con ingresso libero e gratuito,
lunedì 15 febbraio 2016, alle ore 20,30
al CAM Ponte delle Gabelle, in Via San Marco, 45 a Milano.
In particolare Arturo Schwarz, poeta, editore, libraio, saggista e gallerista, presenterà alcune delle sue più belle e significative poesie, scritte nel corso della sua lunga vita. Una serata dedicata ad uno dei protagonisti della poesia e della cultura internazionale, che vive ed opera nella nostra città.

ARTURO SCHWARZ (Alessandria d’Egitto, 1924). Poeta, editore, libraio, saggista e gallerista. Cosmopolita e spirito libertario ha una visione politica basata sul convincimento che la bellezza e la felicità possono scaturire soltanto dalla giustizia e dalla libertà dell'individuo. Ancora sedicenne, in Alessandria d'Egitto acquista due titoli di Andrè Breton e scopre in quella scrittura qualcosa che lo accomuna e lo affascina. Fondatore della Sezione egiziana della Quarta Internazionale, per la sua attività politica viene imprigionato nel campo di internamento di Abukir, per poi essere liberato ed espulso come “pericoloso sovversivo”. Arriva in Italia nel 1949 e da qui si reca a Parigi, dove incontra Breton, che vive in un appartamento di pochi metri quadri che accoglie le opere di Dalì, Mirò, Ernst, Man Ray, Duchamp ed altri maggiori esponenti delle Avanguardie.